Mangiare dolci gustosi restando in una taglia 40. E non stiamo parlando di insipide torte vegetali, ma di vere e proprie prelibatezze: dal babà alla napoletana ai cannoli alla siciliana, per intenderci. Impossibile? Non per le gemelle Squizzato. Laura e Silvia, volti noti di Rai 2, hanno raccolto la sfida: realizzare ricette gustose ma amiche della linea, e condividerle con il loro pubblico. Nasce così I nostri dolci light: un insieme di idee e consigli, raccolti grazie al contributo di chef e amici appassionati di cucina, per preparare dessert squisiti e nello stesso tempo poveri di grassi e calorie. Cento ricette pensate proprio per tutti coloro che, pur volendo restare in forma, proprio non ce la fanno a rinunciare ai dolci.

Ma come inizia questo viaggio alla scoperta della “leggerezza”? “Siamo tutte e due ghiotte, soprattutto di dolci – raccontano le autrici – per chi fa il nostro mestiere, la nostra taglia 40 è quasi un obbligo contrattuale. Quindi, oltre a fare molta ginnastica, dobbiamo stare attente a quello che mangiamo e attentissime ai dolci che assaporiamo”. L’idea nasce da qui: “A tutti i cuochi che incontravamo nei ristoranti che frequentavamo e a tutti gli amici esperti di cucina chiedevamo in regalo delle ricette di piatti salati, ma soprattutto di dolci. Però dovevano essere “light”, qualunque cosa voglia dire. Non siamo nutrizioniste, non chiedevamo ricette con un preciso ammontare di calorie, però sappiamo che i grassi, che peraltro amiamo, sono buonissimi, ma sono un nemico. Quindi cercavamo dei piatti ghiotti e al contempo poveri di grassi e di calorie”. In particolare, nel viaggio delle gemelle su e giù per l’Italia, “il contributo più prezioso è stato quello di Alberto Citterio, un cuoco adorabile che abbiamo conosciuto quando era chef dell’Hotel Le Sirenuse di Positano e ora lavora presso l’Hotel Seven Stars di Milano”.

Non solo ricette, ma anche numerosi consigli per imparare a orientarsi nell’universo light. Sfatando molti luoghi comuni. Fin dall’etichetta: lo sapevate, per esempio, che quando si parla di dolcificanti bisogna fare molta attenzione ed evitare aspartame o saccarina, prediligendo miele o fruttosio? Sì, perché un prodotto è realmente light solo se rispetta i parametri stabiliti dall’Unione Europea. I dolcificanti naturali sono sempre preferibili agli edulcoranti o dolcificanti artificiali, e non è vero che i prodotti “senza zucchero” non fanno ingrassare. Ecco: passo dopo passo, le simpatiche gemelle Squizzato vi conducono alla scoperta di un’alimentazione più sana, e di un ritrovato benessere.

Il volume è di facile consultazione, diviso a tappe: tanti gradini da salire senza fretta. Si parte con le ricette base, per poi proseguire con grandi classici, semifreddi, gelati, sorbetti e granite, torte, crostate e biscotti, mousse, bavaresi e soufflé, macedonie, marmellate e composte, fino al pane dolce. Tutte le ricette, poi, sono indicate in fondo in ordine alfabetico. E, man mano che sfoglierete – e assaggerete – vi stupirete. Perché il trucco è quello di selezionare e miscelare con attenzione ed equilibrio gli ingredienti. E come per magia, crema pasticcera, tiramisù, millefoglie, crème caramel diventano light. Provare (e gustare) per credere.

Le autrici Laura e Silvia Squizzato, gemelle omozigote, sono laureate in Lettere antiche. Entrambe giornaliste professioniste, hanno lavorato per anni nelle redazioni di quotidiani e televisioni locali. Nel 2006 approdano in Rai conducendo Vivere il mare. Dopo aver partecipato a Insieme sul due diventano inviate speciali del programma Mezzogiorno in famiglia, in onda su Rai 2 ogni sabato e domenica mattina, per raccontare anche le sfide gastronomiche dalle piazze più suggestive d’Italia. Hanno all’attivo due esperienze cinematografiche: Gianni e le donne di Gianni di Gregorio, e Com’è bello far l’amore di Fausto Brizzi.

Mangiare dolci gustosi restando in una taglia 40. E non stiamo parlando di insipide torte vegetali, ma di vere e proprie prelibatezze: dal babà alla napoletana ai cannoli alla siciliana, per intenderci. Impossibile? Non per le gemelle Squizzato. Laura e Silvia, volti noti di Rai 2, hanno raccolto la sfida: realizzare ricette gustose ma amiche della linea, e condividerle con il loro pubblico. Nasce così I nostri dolci light: un insieme di idee e consigli, raccolti grazie al contributo di chef e amici appassionati di cucina, per preparare dessert squisiti e nello stesso tempo poveri di grassi e calorie. Cento ricette pensate proprio per tutti coloro che, pur volendo restare in forma, proprio non ce la fanno a rinunciare ai dolci.

Ma come inizia questo viaggio alla scoperta della “leggerezza”? “Siamo tutte e due ghiotte, soprattutto di dolci – raccontano le autrici – per chi fa il nostro mestiere, la nostra taglia 40 è quasi un obbligo contrattuale. Quindi, oltre a fare molta ginnastica, dobbiamo stare attente a quello che mangiamo e attentissime ai dolci che assaporiamo”. L’idea nasce da qui: “A tutti i cuochi che incontravamo nei ristoranti che frequentavamo e a tutti gli amici esperti di cucina chiedevamo in regalo delle ricette di piatti salati, ma soprattutto di dolci. Però dovevano essere “light”, qualunque cosa voglia dire. Non siamo nutrizioniste, non chiedevamo ricette con un preciso ammontare di calorie, però sappiamo che i grassi, che peraltro amiamo, sono buonissimi, ma sono un nemico. Quindi cercavamo dei piatti ghiotti e al contempo poveri di grassi e di calorie”. In particolare, nel viaggio delle gemelle su e giù per l’Italia, “il contributo più prezioso è stato quello di Alberto Citterio, un cuoco adorabile che abbiamo conosciuto quando era chef dell’Hotel Le Sirenuse di Positano e ora lavora presso l’Hotel Seven Stars di Milano”.

Non solo ricette, ma anche numerosi consigli per imparare a orientarsi nell’universo light. Sfatando molti luoghi comuni. Fin dall’etichetta: lo sapevate, per esempio, che quando si parla di dolcificanti bisogna fare molta attenzione ed evitare aspartame o saccarina, prediligendo miele o fruttosio? Sì, perché un prodotto è realmente light solo se rispetta i parametri stabiliti dall’Unione Europea. I dolcificanti naturali sono sempre preferibili agli edulcoranti o dolcificanti artificiali, e non è vero che i prodotti “senza zucchero” non fanno ingrassare. Ecco: passo dopo passo, le simpatiche gemelle Squizzato vi conducono alla scoperta di un’alimentazione più sana, e di un ritrovato benessere.

Il volume è di facile consultazione, diviso a tappe: tanti gradini da salire senza fretta. Si parte con le ricette base, per poi proseguire con grandi classici, semifreddi, gelati, sorbetti e granite, torte, crostate e biscotti, mousse, bavaresi e soufflé, macedonie, marmellate e composte, fino al pane dolce. Tutte le ricette, poi, sono indicate in fondo in ordine alfabetico. E, man mano che sfoglierete – e assaggerete – vi stupirete. Perché il trucco è quello di selezionare e miscelare con attenzione ed equilibrio gli ingredienti. E come per magia, crema pasticcera, tiramisù, millefoglie, crème caramel diventano light. Provare (e gustare) per credere.

Le autrici Laura e Silvia Squizzato, gemelle omozigote, sono laureate in Lettere antiche. Entrambe giornaliste professioniste, hanno lavorato per anni nelle redazioni di quotidiani e televisioni locali. Nel 2006 approdano in Rai conducendo Vivere il mare. Dopo aver partecipato a Insieme sul due diventano inviate speciali del programma Mezzogiorno in famiglia, in onda su Rai 2 ogni sabato e domenica mattina, per raccontare anche le sfide gastronomiche dalle piazze più suggestive d’Italia. Hanno all’attivo due esperienze cinematografiche: Gianni e le donne di Gianni di Gregorio, e Com’è bello far l’amore di Fausto Brizzi.